L'esperienza della soglia -"lavorare con Il linguaggio dell'anima" (parte1) - LAVORO DI BIOGRAFIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'esperienza della soglia -"lavorare con Il linguaggio dell'anima" (parte1)

ARCHIVIO seminari monotematici

Ogni giorno ci capita di varcare numerosi e differenti tipi di soglia:

  • Spaziale: “il dentro e il fuori”, il mondo e la vita interiore / il mondo e la vita esteriore;


  • Temporale: dal presente al passato con la nostra memoria e dal presente al futuro con la nostra fantasia;


  • Le soglie della nostra coscienza: dalla coscienza diurna nello stato di veglia allo stato di sogno e al sonno profondo senza sogni.


Possiamo osservare e riconoscere con chiarezza questa “soglia” nei momenti della nascita e della morte, dove noi attraversiamo la soglia che divide il mondo sovrasensibile, spirituale dal mondo sensibile, materiale.
I due mondi si penetrano a vicenda e ne siamo più o meno coscienti.
Varchiamo la soglia nel momento di addormentarci e in quello di svegliarci; durante la fase creativa e nella  contemplazione di un’opera d’arte; nell’esperienza religiosa; in incontri umani autentici e in momenti di grande scossa emozionale.

Tutte queste sono “esperienze della soglia” - dipende poi dal nostro grado di coscienza capire e comprendere l’esperienza ed afferrarne il messaggio.

Contenuti del seminario:

- L’esperienza della soglia
- Anatomia e caratteristiche della soglia     
- I messaggi da oltre la soglia: fiabe e sogni
- Lavorare e comprendere i messaggi dei sogni

Filo conduttore sarà  la fiaba “Cappuccetto Rosso” dei Fratelli Grimm che vi  invitiamo a rileggere.
Portate sogni ricorrenti e incubi che volete analizzare.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu